La cameriera di quella pizzeria del Pedaggio.

cuenta

Andare al ristorante e prendere in giro la cameriera non conviene mai.
E’ un attimo a trovarsi poi il tiramisù starnutito.
Però a volte se la cercano proprio.

Insomma eravamo nella pizzeria al pedaggio a Cuorgnè, quella che cambia gestione ogni 2 anni.
Non gira. Forse per mancanza di parcheggio.
Ma non siamo qui ad analizzare piani di fattibilità di pizzerie.

Quella sera arrivavamo da giocare ed era un lunedì sera.
Me lo ricordo perchè non fosse stato di lunedì saremmo andati al Grillo a Castellamonte, che allora ci sponsorizzava.
Le pizze di Pino e le torte di Rosa, che non c’è più e che ricordo sempre con tanto affetto.

Ci serve una cameriera giovanissima, secca, occhiale, timidina.
Non brutta di per sè, ma poco valorizzata.
Alby le chiede una Bismark + asparagi e una Coca cola in lattina da bere.
Cinque minuti dopo arriva con il bere e gli dà un bicchierone di Coca sgasata.

“Signorina scusi…”
Sì?
“La coca è sgasata, oltretutto gliel’avevo chiesta in lattina”
Eh, ma la lattina non ce l’abbiamo”

Ahi. Io lo conosco, qui non finisce bene.
“Va beh, bevo acqua”
Urca, che maturità.
Solo una leggera punta di scazzo.

Dieci minuti dopo però la sua maturità vacilla, nella pizza mancano gli asparagi e lui comincia a giurare di essere uscito di casa dicendo
“Stasera ho proprio voglia di mangiare asparagi”.

La incalza.
“Ehi, ehi, ehi.”
Sì?…”
“Ma gli asparagi?”
Eh?
“Avevo chiesto aggiunta di asparagi”
Vado a chiedere in cucina
Aspettiamo che vada a chiedere in cucina.
Non ho un buon presentimento.
Sono finiti.”
Ecco.
“Ma come sono finiti? Non potevi dirmelo? Avrei preso altro. Ma cazzo, dai.”
E’ passato dal lei al tu.
Il tono è quello dovuto, cioè arrogante.
La giovane, orecchie basse, affranta, se ne va nelle retrovie.
Sente ancora qualche parola dal tavolo tipo
“E che cazzo…ma porca puttana dai. E’ da ieri che ho voglia di asparagi.”
A fine serata saranno settimane che voleva asparagi proprio stasera.

Non la rivediamo fino a che non viene a prenderci l’ordinazione del dolce.
E’ lì che va in scena il prologo del dramma.

Alby ormai l’ha puntata.
“Allora, sentimi bene: mi porti TRE (fa segno con le dita) palle di profiterol...
Sì…” agitatissima, scrive.
“…SENZA guarnizioni. Capito?”
Sì…” lei scrive, vero, ma chissa che cazzo scrive.
“NON (e fa ampio segno di no con la testa e le dita) voglio la guarnizione”
Sì...”
“SE ci sono guarnizioni, panna, eccetera, non lo mangio. Ok?”
Ora ha il tono di chi vuol dare un’altra possibilità.
Mi hai sbagliato la pizza, d’accordo, la coca era imbevibile, okay, può succedere.
Adesso portami il dolce senza errori e nessuno si farà male.

Lei arriva 5 minuti dopo portando un piatto con tre belle palle di profiterol e guarnizioni ovunque.
Disegnini col cacao, con la panna, col cioccolato, con la vaniglia, con le nocciole sbriciolate.
Un piatto capolavoro, grazie alle guarnizioni.
Alby lo prende e lo guarda incredulo (“Ma no dai..!”), lo lascia cadere sul tavolo dall’altezza di 10 centimetri allargando improvvisamente le mani, giusto che non si rompa ma faccia il maggior rumore possibile, con uno sbattere di ceramica, coltello e forchetta che ci porta ad un silenzio irreale.

Chissà cosa capita ora.
Dentro di me ipotizzo il peggio.
Imbavagliata e seppellita viva in qualche località sulle rive dell’Orco.

Si prende un attimo per pensarci su.
Poi il verdetto: lo manda indietro senza fare troppe scenate.
Si stempera la tensione.
Tarantelle e balli di gruppo.
“Ma sì dai non vi siete capiti”
Finiamo tutti il dolce e stiamo per alzarci.

A dimostrazione che tutto è perdonato Alby fa il simpatico e le dice
“Signorinnnn-nna, la cuenta por favorrrr…”
Il tempo si ferma un istante, in cui lei pensa.
Non ce l’abbiamo” la sventurata rispose.
“Ah. Eeeeh. Allora ci porti il conto per favore?”
Subito

Escono le comparse.
Sipario.
E’ una storia vera.

Annunci

2 pensieri su “La cameriera di quella pizzeria del Pedaggio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...